Back to top

Gli incentivi agli investimenti: industria 4.0 + bonus SUD per le nostre vending machines

JMomo 10 Febbraio 2022 0 comments

Gli incentivi agli investimenti: industria 4.0 + bonus SUD cumulabili. Sino al 95% di Credito d’Imposta.

Cos’è?
È il credito di imposta per gli investimenti effettuati sia su beni materiali come macchinari, sia su beni immateriali come software. La normativa prevede per spese inferiori a 2,5 milioni di Euro il credito di imposta pari al 50% per gli investimenti effettuati entro il 2021 e il 40% nel 2022.
Il nuovo Piano Nazionale Industria 4.0 ha lo scopo di sostenere la ripresa economica e dare sostenibilità alle imprese accompagnandole nel processo di digitalizzazione. Trattasi di un’agevolazione volta a ridurre il peso fiscale per chi investe nella crescita e nello sviluppo, secondo il modello Impresa 4.0.

Come funziona?
Il credito di imposta non viene restituito materialmente sul conto corrente, è una somma presente sul cassetto fiscale che può essere utilizzata per pagare una parte delle tasse cui l’impresario sarebbe comunque stato sottoposto.

Chi ne può usufruire?
Può usufruire del credito d’imposta sia un’impresa sia un professionista, a patto che acquistino beni strumentali nuovi e non usati, utili per la propria attività.  Tali beni devo avere la peculiarità di poter essere interconnessi, potendo gestire ed effettuare operazioni di telemanutenzione e/o telediagnosi e/o controllo da remoto

I distributori automatici che trattiamo possono beneficiare dell’agevolazione grazie al controllo da remoto e la telemetria già montata a bordo!

Bonus SUD – 45% credito di imposta

Fa riferimento ai progetti di investimento inerenti a attività localizzate al Sud Italia. Si rivolge alle imprese/professionisti che acquistano beni strumentali nuovi destinati a strutture produttive ubicate nelle regioni del Mezzogiorno, tra le quali la Sardegna.

Cos’è?

E’ il credito d’imposta che nasce con l’obiettivo di ridurre il peso fiscale per gli investimenti nel Mezzogiorno.

L’agevolazione si può applicare a fronte di spese sostenute per acquisti di beni strumentali nuovi, rientranti nelle regioni: Campania, Puglia, Basilicata, Calabria, Sicilia, Molise, Sardegna e Abruzzo.

Il bonus sud viene erogato all’aliquota del 45%.

Come funziona?
E’ erogato sotto forma di Credito d’Imposta e a seguito dell’invio di un’apposita comunicazione all’Agenzia delle entrate.  L’agevolazione è rivolta solo alle imprese che acquistano nuovi beni strumentali.

Il credito di imposta “Bonus SUD” è una compensazione che va ad ammortizzare il computo totale di un’eventuale tassa da pagare. Il credito riconosciuto quindi viene restituito sul cassetto fiscale e utilizzato da subito per pagare una delle tasse.

Tale credito di imposta viene erogato dallo Stato se l’acquisto:

  • è di beni strumentali nuovi e non usati
  • viene sostenuto entro il 31 dicembre 2021
  • viene effettuato con attività con P. IVA rientrante nelle zone sopra citate

Solo dopo aver ricevuto dall’Agenzia delle Entrate il nulla osta, il Bonus viene erogato come Credito di imposta.

Chi ne può usufruire?
Può usufruire del credito d’imposta sia un’impresa sia un professionista, a patto che acquistino beni strumentali utili per la propria attività. 

 

Post a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *